Agevolazioni FESR per l’innovazione tecnologica delle PMI calabresi

La regione Calabria, nell’ambito delle iniziative previste dal POR Calabria FESR 2007-2013, ha pubblicato un bando per l’innovazione tecnologica delle piccole e medie imprese e dei loro raggruppamenti.
In dettaglio, l’agevolazione è finalizzata alla realizzazione di soluzioni informatiche per l’innovazione commerciale, l’innovazione di processo e la gestione strategica, l’innovazione organizzativa e la transizione alla tecnologia digitale.
A titolo di esempio (senza pretesa di essere esaustivo), è incentivata la realizzazione di:
– interventi di Marketplace ed e-commerce;
– customer care ed help desk via internet;
– soluzioni di business intelligence per il miglioramento dei processi di gestione e di analisi dell’informazione aziendale;
– informatizzazione e sviluppo delle reti nelle relazioni con altre imprese o con il mercato;
– fatturazione elettronica e dematerializzazione documentale;
–  cloud computing.
Le agevolazioni rientrano nella cosiddetta regola “de minimis”, ossia non possono superare € 200.000 in tre anni, considerando quello di erogazione dell’agevolazione e i due precedenti.
Il bando prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto fino al 75% delle spese ammissibili, consistenti principalmente nell’investimento in hardware, software, realizzazione di reti informatiche e telematiche e consulenze specialistiche, mentre il rimanente 25% deve essere apportato da ciascuna impresa.
Destinatari delle agevolazioni sono le PMI calabresi già esistenti, rispondenti alla definizione di piccola e media impresa così come contenuta nella Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 06.05.2003, e i loro raggruppamenti (ATI, contratti di rete).
La soglia minima di investimento per le PMI è di € 30.000, la massima è di € 267.000; per i raggruppamenti invece la soglia minima è di € 60.000, la massima è di € 750.000.
Le istanze di ammissione devono pervenire alla Regione Calabria entro le 12:00 del 28 novembre 2011.
I soggetti ammessi a finanziamento dovranno completare il programma di investimenti entro i 12 mesi successivi alla data di sottoscrizione della convenzione con la Regione.
È ovvio rimarcare che si tratta di un’occasione unica per quelle imprese che perseguono politiche di sviluppo basate sull’implementazione in azienda dell’information technology; il bando in questione consente alle imprese aggiudicatarie dei finanziamenti di realizzare, ad esempio, progetti integrati di fidelizzazione della clientela, di razionalizzazione della gestione del ciclo produttivo, della logistica e delle catene di fornitura (supply chain).
Per agevolare la conoscenza del bando a tutti i soggetti interessati ho realizzato delle slides .

Lascia un commento